Vince il Premio Luigi Malerba 2019 per la Narrativa
Gianfranco Mammi con il romanzo Ugo il duro

premio luigi malerba
per la narrativa

L'edizione 2020 del Premio Luigi Malerba è dedicata alla NARRATIVA - vi si può partecipare quindi inviando un ROMANZO o una RACCOLTA DI RACCONTI.
Scarica il bando
Scarica la liberatoria

Premio Luigi Malerba
Sezione Giovani

Il premio Malerba - Sezione giovani è rivolto agli studenti del triennio delle scuole secondarie di II grado italiane, in Italia e all’estero.
Scarica il bando

premio luigi malerba
per l'albo illustrato

Il Premio Malerba per l’Albo Illustrato si rivolge a opere edite, in lingua italiana, che abbiano come data di pubblicazione l’anno solare 2019. Il primo e il secondo Albo classificato riceveranno un premio in danaro e la premiazione avverrà nella prossima primavera all’interno della Bologna Children’s Book Fair.
Scarica il Bando 2019 / 2020

Premio Luigi Malerba per la Sceneggiatura di un Corto

Per la partecipazione al Premio Speciale Luigi Malerba per la Sceneggiatura di un Corto consultare il sito del Parma Music Film Festival

AREA STAMPA

In questa pagina sono a disposizione comunicati, foto e altre informazioni relative al Premio ad uso stampa.
Vai alla pagina

OLTRE IL PREMIO

Il racconto lungo (o romanzo breve) di Gianfranco Mammi coglie subito un tono che potremmo dire sintonico con le invenzioni letterarie di Malerba, di cui si avvertono indubbie tracce e rivisitazioni. Come nello spirito dell’imitazione umanistica, che tanto piaceva a Malerba lettore e critico del Leon Battista Alberti delle Intercenali.

Spiriti bizzarri popolano la piccola e scalcagnata epopea di Ugo il duro, che accanto a quella di Malerba presenta senza dubbio un’altra importante paternità, quella di Cesare Zavattini, di cui quest’anno corrono i trent’anni della morte. Tra l’Appennino di Berceto e la Bassa di Luzzara differenze e affinità si incontrano e mobilitano fruttuosamente in questa grottesca narrazione di Mammi, sospesa tra blasfemia e santità, concretezza di un’esistenza stracciona e aspirazione al cielo, come solo gli infimi e i santi bevitori possono tentare.

Ugo il duro potrebbe essere un nipote del memorabile Mozziconi, tutt’altro che creazione per ragazzi, perché in queste prose che sanno di favola si mimetizzano tracce di moralità umana e civile, pensieri e gesti di solidarietà non bigotta ma sincera, più utili agli adulti che ai ragazzi, come sottolineava Pietro Pancrazi introducendo le proprie favole esopiche.

“Testi anfibi” li ha definiti con la consueta precisione Malerba, in una prospettiva che merita di essere approfondita per le novità che introduce nella critica letteraria.

A pieno diritto Ugo il duro appartiene a questa nobilissima tradizione dell’apologo, letture che fanno pensare e che talvolta nelle vesti dell’allegoria lasciano tracce profonde di realismo. Con una prosa che manifesta ricchezza di linguaggi alti e bassi nutriti dal piacere del gioco e da una sottile e irridente comicità.

Per queste ragioni la giuria del premio Malerba ha scelto di premiare alla unanimità il racconto / romanzo Ugo il duro di Gianfranco Mammi. Il testo propone una ricerca di temi, ambienti e linguaggi che rispecchiano gli intenti del premio e offrono al lettore motivi di riflessioni profonde con la leggerezza e l’intensità che hanno contraddistinto il magistero narrativo di Luigi Malerba.
© Premio Luigi Malerba - 2020 | Privacy Policy